Notizie

  • 06/01/2017
    Il giorno 6 gennaio si è svolta la cerimonia religiosa del Natale in rito bizantino-ucraino nella chiesa di Santa Maria della Rosa a Tuscania. Alla Santa Messa hanno partecipato molti membri della Famiglia Religiosa, seminaristi, suore e anche laici e terziari.
  • 12/12/2016
    Lunedì tredici e martedì quattordici dicembre si è svolta la riunione mensile del clero della provincia “Nostra Signora di Loreto”. Vista la vicinanza con la festa liturgica della patrona della provincia, è stato deciso di fare un pellegrinaggio al santuario della Santa Casa di Loreto.
    I padri della provincia, in tutto una ventina, si sono quindi ritrovati a Loreto, verso le quattro di pomeriggio. È stata celebrata una Santa Messa nella cappella del Crocifisso, seguita da una visita guidata del santuario. Dopo cena, i padri hanno potuto condividere un momento di vita fraterna, ritrovandosi così in allegria, ma approfittando anche per mettersi al corrente delle ultime notizie e degli avvisi riguardanti l’Istituto e più in...
  • 11/12/2016
    Vestizione
    IVEROMA
    Nella mattinata dell’11 dicembre, nel seminario san Vitaliano Papa in Montefiascone, durante la terza Domenica di Avvento, si sono svolti i preparativi per la vestizione dei novizi dell’Istituto del Verbo Incarnato. Quattro i candidati che hanno ricevuto la l’abito talare nero. Li citiamo in ordine alfabetico: Juan Ferraro dall’Argentina, Jesus Mendez dalla Colombia, Alberto Molfetta dall’Italia e Wesam dalla Siria.
    La santa Messa è stata presieduta da P. Ricardo Clarey, ex rettore del Seminario san Vitaliano, che durante l’omelia ha parlato di un sacerdote di Milano vissuto durante la metà del novecento, il quale si era reso conto di come alcuni dei sacerdoti non dessero alla veste talare la dovuta importanza. Il Padre, inoltre, ha ricordato come l’abito talare sia un segno esteriore, ma anche, e soprattutto, segno che procede dall’uomo interiore come...
  • 09/12/2016
    Giochi Floreali
    IVEROMA
    La riscoperta dei talenti passa per le diverse competizioni: culturali, linguistiche, teatrali e sportive. Verso la fine del mese di novembre, nella nostra casa di formazione in Montefiascone, si sono svolti i Giochi Floreali. Un mix di competizioni culturali, sportive, artistiche e formative. L’iniziativa di rilancio dei Giochi Floreali è partita dalla mente acuta e geniale di P. Lorenzo Senaccioli, Padre formatore del Seminario. La proposta è stata accettata e accolta con benevolenza da P. Andrés Bonello, Rettore del Seminario San Vitaliano Papa.
    I giochi hanno fatto sì che ogni seminarista potesse mettere a disposizione della propria squadra tutti i talenti e doni di Dio. Due le squadre partecipanti. Da un lato, la squadra del Beato Clemente Vismara (Missionario in Birmania), capitanata dal Diacono Andreas Schmidt e dal vice-capitano, il seminarista Andrea Giovanardi, mentre dall’altro lato, la squadra di P. Segundo Llorente (Missionario in Alaska) capitanata dal Diacono Nicola...
  • 27/11/2016
    voci del verbo
    Gianluca Iori
    Dopo aver partecipato quest’estate alle V Giornate di Formazione, non potevo mancare a questo nuovo incontro delle Voci del Verbo, un gruppo di ragazzi che vivono la fede integralmente, mettendo Dio al primo posto, pronti a portare il Vangelo nella propria realtà quotidiana, difendendo le ragioni della fede con solida formazione culturale e spirituale.
    Anche se per motivi di lavoro non sono potuto arrivare Carpineto Romano insieme agli altri al venerdì pomeriggio, sono comunque partito in macchina il prima possibile da casa (Reggio Emilia) e, dopo aver caricato a Bologna Giacomo di Verona, e aver fatto una immancabile oretta di coda in autostrada, siamo finalmente arrivati a destinazione all’alba delle 2 di notte, dove c’era il buon P. Jesus ancora sveglio che ci ha fatti entrare. Sono stati...
  • 26/11/2016
    Nuovo Parroco
    Il vescovo è venuto a celebrare la Messa, e P. Adriano da Silva ha concelebrato. Parecchia gente è venuta, e la cappella parrocchiale dell’ospedale era piena. Dopo la Messa il vescovo e rimasto per un po’ di tempo a godere dal buffet (preparato dalle pie donne della parrocchia!) Diversi gruppi della diocesi sono venuti, (UNITALSI, Legione di Maria) e abbiamo parlato riguardo ad alcuni eventi futuri. Un medico Cattolico, membro della direzione dell’ospedale, è venuto con la sua moglie e i bambini e ringraziava per l’invito. Fino a venerdì, non c’era nessun coro, ma provvidenzialmente sono apparsi tanti cantori ed un organista all’ultimo momento. I genitori di Nicola Vicentini sono venuti, e mentre il suo pappa faceva le foto, la sua mamma si metteva con le altre donne del buffet.
    Nuovo Parroco a Ravenna
    Uno dei cantori era anche giornalista per il giornale della diocesi, e ha scritto un breve articolo sull’evento, che includo sotto (ha aumentato nell’articolo il numero dei nostri missionari nel mondo da 400 a 4000, ma spero che questo incoraggerà "altri Nicola" ad entrare nel nostro Istituto!) Nel ringraziamento alla fine della Messa, ho detto: “Come sapete, provengo dall’Irlanda, ma sono in Italia da nove anni. Insieme con P...
  • 23/11/2016
    Sacro Cuore di Gesù
    IVEROMA
    Alle volte ci è difficile spiegare agli altri il perché abbiamo deciso di entrare nella vita religiosa. I motivi sono chiari a noi stessi. La cosa più difficile è spiegarlo agli altri. La chiamata di Dio è personale, comprensibile solo nell’intimità con Dio di ogni anima chiamata. L’invito ha lasciare tutto e seguire Lui, comporta una elevazione per pura e libera elezione di Dio, senza merito alcuno da parte nostra né di qualsiasi altra creatura. Dunque “cosa ben lontana ai sensi della carne è questa scuola nella quale il Padre è ascoltato e insegna il cammino per arrivare al Figlio. E questo non lo opera per i sensi della carne, ma per quelli del cuore”[1].
    È per questo che coloro ai quali ci si chiede che aiutassero alle vocazioni dobbiamo capire che, in fin dei conti, non c’è cosa più importante da fare che pregare per esse, affinché siano fedeli alla grazia. Nelle nostre Costituzioni si chiede ai superiori “in primo luogo, di restare molto uniti a Dio per mezzo dell’orazione e di tutte le sue opere, […]. Deve chiedere a Dio tutte le grazie per la comunità”[2]. In mezzo ai molti obblighi ai quali...
  • 05/11/2016
    Prato
    Sabato 5 novembre alle ore 18.00, per le mani di mons. Franco Agostinelli, è stato consacrato l'Altare e benedetto l'Ambone nella chiesa parrocchiale di Gesù Divin Lavoratore di Prato.
    Tappa conclusiva di diversi mesi di lavoro per realizzare l'adeguamento del presbiterio alla riforma liturgica. L'opera era rimasta in attesa per più di quarant'anni sia per le difficoltà progettuali che per il costo della realizzazione. Il Signore nella sua Provvidenza c'è venuto incontro in entrambi gli aspetti grazie alla generosità di una famiglia  e  attraverso un lavoro fatto in seno alla comunità con diversi collaboratori...
  • 04/11/2016
    Palermo
    P. Michele Pertini
    Abbiamo voluto dare un segno forte a conclusione dei giorni di grazia vissuti lungo l’Anno della Misericordia. Papa Francesco ha ribadito più volte il bisogno, per ciascuno di noi, di aprirsi alla Misericordia di Gesù e di aiutare gli altri ad incontrarla: ecco il perché del moltiplicarsi di iniziative di Misericordia nella parrocchia. Solo chi opera nella Misericordia la può invocare ed incontrare.
    Ritiro parrocchiale mensile della Misericordia - Palermo
    Consacrati al Cuore di Gesù Ecco allora che, come ogni mese, venerdì 04.11 abbiamo predicato il ritiro parrocchiale della Misericordia a più di 250 persone; a non meno di 200 di loro abbiamo dato, tutti e tre i padri, il sacramento dell'unzione dei malati (volevamo che l'ultimo ritiro all'interno del Giubileo fosse incentrato sulla preghiera per la guarigione dei cuori e dei corpi). E, per 5 ore di fila, non ci siamo fermati nell'ascolto delle...
  • 15/10/2016
    Asti
    La “caccia” ai pesci. Sono le 10.00 di sabato 15 ottobre e le porte dell’oratorio si aprono, i bambini accompagnati dai genitori arrivano a Montemarzo (Asti); le iscrizioni del nuovo anno catechistico 2016/17 iniziano. dopo una preghiera in chiesa, comincia la caccia ai pesci.
    Tutti sono entusiasti e cercano di vincere ai giochi organizzati per guadagnare i pesce-punti grazie ai quali si può vincere e portarsi a casa un pesce rosso. c’è chi soffia negli imbuti, chi colpisce i birilli, altri pescano i pesciolini, altri cercano di prendere le palline colorate nel minor tempo possibile. C’è un modo più semplice per vincere subito un pesce senza fatica: indovinare quanto pesa Bud (il cane del vice-parroco). Ma quanto...

Pages