Apostolati


Nelle pagine seguenti vengono descritti gli apostolati realizzati all’interno di essa dai religiosi della nostra famiglia religiosa.



S. Ignazio di Loyola

Elaborati nel XVI sec., ma ancora molto utili e sempre attuali, tra i metodi che la Chiesa propone, per ordinare la vita secondo la volontà di Dio, occupano un posto di rilievo gli esercizi spirituali, secondo il metodo di S. Ignazio di Loyola. A Manresa, in Spagna, sono stati svolti per primo da S. Ignazio, il quale ne ha dopo elaborato un metodo da estendere anche ad altri.

Sant’Ignazio li ha fatti in un mese di tempo, ma oggi, a causa del poco tempo che spesso si ha a disposizione, si è soliti proporli per la durata di 5 giorni.
Si tratta di un metodo di preghiera (meditazione o contemplazione) secondo argomenti proposti da S. Ignazio, da svolgere in un ambiente ritirato e in silenzio.
Il fine degli Esercizi Spirituali ignaziani è di aiutare chi li compie a ordinare la propria vita secondo la volontà di Dio, senza lasciarsi condizionare da affezioni disordinate (ossia, dagli attaccamenti non buoni alle creature).

Per questo motivo si comprende che sono molto utili a tutti, giacché tutti noi abbiamo bisogno di ordinare la nostra vita secondo la volontà di Dio, o anche di vedere se ogni elemento della nostra vita è ordinato alla maggior gloria di Dio o alla salvezza della nostra anima. Questi esercizi sono anche specialmente indicati per chi vuole fare bene la scelta di stato, ossia comprendere in quale vocazione (per esempio, il sacerdozio, la vita religiosa, la famiglia) Dio chiama a servirlo nella sua Chiesa.
Ritenendoli, quindi, molto importanti, cerchiamo di predicarli ogni mese, sia per uomini sia per donne.

Per conoscere le date dei prossimi esercizi spirituali clicca qui, oppure clicca qui per saperne di più sugli Esercizi Spirituali, secondo il metodo di S. Ignazio.




Momento di predicazione

La Missione popolare è un modo semplice per predicare il Vangelo di Gesù Cristo a tutto il Popolo di Dio. È il compimento del mandato missionario di Cristo: “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato” (Mc 16,15-16 ) .
Il fine della missione popolare è quello del mandato missionario di Cristo, ed è espresso splendidamente da S. Luigi Maria di Montfort che ne parla come di un "rinnovamento del cristianesimo nei credenti ", e anche da S. Maria de Liguori, che dice che "lo scopo delle missioni è la conversione dei peccatori".

San Giovanni Paolo II insegna che la Missione popolare "è efficace quando ... spinge alla conversione, cioè al ritorno alla verità e all'amicizia con Dio a coloro che, peccando, avevano perso la fede e la grazia; e ancora quando chiama i cristiani routinari ad una vita cristiana più perfetta, quando infervorisce gli animi, spinge a vivere le beatitudini, suscita vocazioni sacerdotali e religiose”.




Oratorio con i ragazzi della missione

Il principio che regge e fondamenta tutta l'attività missionaria della nostra famiglia religiosa è la regola che S. Paolo ha dato al suo discepolo Timoteo, vescovo e missionario "Dio vuole che tutti gli uomini siano salvi e arrivino alla conoscenza della verità" (1 Tim 2,4).
Così, noi Missionari del Verbo Incarnato, convinti che Dio non ha predestinato nessuno alla dannazione eterna, usiamo tutti i mezzi ordinari e straordinari affinché tutti gli uomini possano essere salvati da Gesù Cristo, unico Salvatore dell’uomo, tanto da dire con San Luigi Orione: “Mettimi, o Signore davanti alla bocca dell'Inferno, affinché per la tua Misericordia, la chiuda".
Nella nostra provincia, Madonna di Loreto, riceviamo molte richieste, da parte di parroci (sia diocesani sia religiosi), per invitarci a predicare le missioni popolari nelle loro parrocchie. Così, ogni anno, nei mesi estivi, dei gruppi di Sacerdoti, seminaristi e suore possono svolgere questo importante apostolato.

Clicca qui per richiedere maggiori informazioni.




Momento di formazione

Da sempre la Chiesa, madre e maestra, si è prodigata per portare il Vangelo ad ogni uomo, così da far conoscere a tutti Gesù Cristo, salvatore dell’uomo, e mai ha risparmiato le proprie forze per questa nobile causa. Nei nostri giorni però, la diffusione di preconcetti erronei, di critiche infondate, tende a pregiudicare il lavoro apostolico dell’evangelizzazione, spesso attentando contro la credibilità della fede oppure proclamando falsamente la sua inconciliabilità con il modo di vivere degli uomini di oggi. Per questo motivo il Beato Giovanni Paolo II ci dice che “la situazione attuale, pesantemente segnata dall'indifferenza religiosa e da problemi e interrogativi inediti esige con forza un livello eccellente di formazione intellettuale”[1], e invita quindi, con queste parole, a farsi carico dell’importante apostolato della formazione intellettuale.




Momento di festa e gioia

Indubbiamente tra coloro che soffrono di questa situazione ci sono in prima fila i giovani in età universitaria, ai quali viene presentata dalla cultura contemporanea una visione che distorce la realtà, rischiando di compromettere l’integrità della loro fede. Per questo motivo, il nostro Istituto cerca di far fronte a questa situazione proponendo le “giornate di formazione”, rivolte ai giovani universitari e studenti di scuole superiori; giacché crediamo che “non ci sarà una profonda evangelizzazione della cultura se non si arriva anche ai giovani”[2].
Conoscendo queste esigenze si è deciso di impiegare le nostre forze, per organizzare delle giornate di studio e riflessione, allo scopo di offrire l’opportunità di ricevere una formazione salda e di avere gli strumenti necessari per conoscere e difendere le questioni della fede.




Momento di preghiera

Le prime giornate sono state organizzate in Argentina, paese nel quale è nato il nostro Istituto, dove i giovani hanno mostrato di apprezzare quest’iniziativa, partecipando ogni anno sempre più numerosi, ed arrivando anche ad essere più di cinquecento. Così, incoraggiati dall’interesse dei ragazzi, tali giornate sono state proposte anche in Italia, ed a questo fine sono stati invitati docenti universitari e competenti professionisti in grado di esporre argomenti apologetici e di approfondimento dottrinale. Tutto ciò in un ambiente di divertimento, preghiera e sana allegria.
In queste Giornate sono anche nate delle iniziative che i giovani stessi propongono per difendere la fede: conferenze nelle scuole, opere di volontariato nelle case per bambini orfani e disabili, esperienze nelle missioni, e tante altre proposte.
Ci auguriamo quindi che, proponendo le giornate con sempre maggiore serietà, si possa via via estendere l’invito a molti altri giovani, poiché ci insegna il papa Paolo VI che “l'avvenire della società e della stessa Chiesa è intimamente connesso con lo sviluppo intellettuale dei giovani che compiono studi superiori”[3].
Per saperne di più visita il nostro blog delle Giornate di Formazione.
Per le date delle prossime Giornate di Formazione, guarda l'elenco degli eventi.

Citazioni

Giovanni Paolo II, Pastores dabo vobis, 51
Direttorio della Evangelizzazione della cultura, dell’Istituto del Verbo Incarnato, n°186
Paolo VI, Gravissimum Educationis



Dopo le II Giornate di Formazione, svoltesi a Settembre 2013 a Tuscania, è nato il gruppo giovanile Le voci del Verbo, il quale è formato da giovani cattolici con grande entusiasmo apostolico, che aspirano a portare rimedio al male più grave del nostro tempo: il rifiuto di Dio e della sua Legge.

“Ogni uomo che annuncia il Verbo di Dio è voce del Verbo”



Apostolato nelle scuole

, diceva Sant’Agostino.
Lo spirito di questo gruppo è quindi quello di prolungare per tutto l’anno lo spirito e l’attività delle Giornate di Formazione, a seconda degli impegni personali, e far sì che ogni membro sia voce di Cristo, che chiami gli altri a seguire Gesù soprattutto con l’esempio della propria vita. Consiste soprattutto nell’approfondire la fede cattolica, per poterla insegnare e diffondere.

L’attività principale è quella di partecipare ogni anno alle Giornate di Formazione, che offrono un’ambiente di studio, dibattito e confronto per approfondire la nostra fede. Inoltre, si svolgono le seguenti attività: missioni popolari, opere di volontariato in diversi luoghi di missione, pellegrinaggi, conferenze nelle scuole o parrocchie, pubblicazioni di articoli di apologetica o sulla fede.
Chiaramente tutto questo si fondamenta su una unione personale con Gesù Cristo Eucaristico e su una solida e fiduciosa devozione a Maria Santissima.
Per saperne di più visita il nostro blog di Formazione Cattolica.




Lunga la giornata ci sono giochi, conferenze, ...

Tra le attività apostoliche svolte nella nostra provincia, quella indirizzata ai giovani di maggior rilievo è sicuramente la Giornata dei Giovani.
L’idea di fare una giornata dedicata alla formazione dei giovani è nata dall’esempio di Giovanni Paolo II, che ha istituito le Giornate Mondiali della Gioventù, nelle quali molti giovani hanno potuto, e possono ancora, incrementare la conoscenza della nostra fede e viverla sempre più a fondo. Così, nel nostro piccolo, anche noi vogliamo dedicare le nostre forze a portare i giovani a Cristo, affinché trovino in Lui la loro felicità e, nella Sua sequela, il loro ideale.




...e alla fine la S. Messa

Le nostre Giornate dei Giovani si svolgono ogni anno, nel periodo primaverile, nel Seminario San Vitaliano Papa di Montefiascone, ed ad esse partecipano varie centinaia di giovani provenienti da tutta l’Italia ed anche da alcuni paesi europei. In queste c’è l’occasione di approfondire la conoscenza della nostra fede tramite delle conferenze su argomenti di interesse per i giovani; ma ci sono anche momenti di svago, giochi, musica e scenette.
Nel corso delle Giornate non manca, ovviamente, l’occasione, per i giovani, di avvicinarsi a Cristo tramite i sacramenti, poiché per tutto il giorno c’è la possibilità di accostarsi al sacramento della Riconciliazione, ed anche perché il giorno si conclude sempre con la celebrazione della Santa Messa.
Clicca qui per vedere il nostro calendario e vedere la data della prossima Giornata dei Giovani.




Conferenze sulla famiglia

Siamo oggi tutti consapevoli del fatto di assistere sempre con maggior frequenza ad attacchi sferrati contro la famiglia. Infatti essa ed i suoi valori cristiani sono sempre più attaccati, sempre più spesso la famiglia è disunita o in crisi, i fidanzamenti sono condotti superficialmente, le persone sono mal preparate per formare una vera famiglia, si è perso il senso del vero amore.
Questo spinge tutti noi, come sacerdoti e religiosi, ad avere una speciale cura per la formazione della famiglia, affinché possa approfondire la conoscenza dei valori cattolici e basarsi sempre più su di essi, per poter affrontare i problemi che la società ci pone di fronte.




Giochi per i piccoli

Così, oltre all’ordinaria attenzione che prestiamo alle famiglie, ogni anno dedichiamo ad essa una giornata di formazione e preghiera. Così a Tuscania (VT) si ricevono le famiglie e si offrono loro delle conferenze su argomenti di interesse familiare (tenute da laici e sacerdoti). Tra gli argomenti trattati in queste conferenze riportiamo: Il matrimonio e la famiglia nel piano di Dio; I figli: un problema da evitare o un dono di Dio?; La forza del perdono; L’adozione, una scelta d’amore. Oltre alle conferenze, però ci sono anche momenti di preghiera, la Santa Messa, la possibilità di accostarsi al sacramento della Confessione, e anche giochi e attività per giovani e bambini.
Clicca qui per vedere il nostro calendario e vedere la data della prossima Giornata delle Famiglie.

Nell’anno 2003 si è fondato a Segni il Centro di alti studi “San Bruno Vescovo di Segni”, nel quale si svolgono studi di baccalaureato e di licenza in teologia, filosofia, e Sacra Scrittura.
La Casa di Studi Superiori si dedica, specificamente, allo studio scientifico di San Tommaso d’Aquino, come teologo, filosofo ed esegeta, senza dimenticare né trascurare tutti i legittimi progressi apportati dai teologi, filosofi ed esegeti posteriori, e specialmente i progressi apportati con grande sapienza dalla Cattedra Romana.
Nel corso degli anni si sono qui formati, non solo religiosi dell’IVE e religiose SSVM, ma anche religiosi di altri Istituti e laici.
Attualmente il Centro ha sede a Montefiascone (VT), in via Trento 57, ed il Rettore è P. Riccardo Clarey, IVE. I docenti sono attualmente ??? e nel corso degli anni si sono formati in questo centro circa ??? alunni.
Per più informazioni visita la loro pagina.
http://sanbrunodisegni.blogspot.it/
https://it-it.facebook.com/pages/Centro-di-Alti-Studi-San-Bruno-di-Segni...
http://www.sanbrunovirtual.org/

Tra gli apostolati per l’evangelizzazione delle cultura, nella nostra provincia, occupa un posto privilegiato il lavoro svolto per il Progetto culturale Cornelio Fabbro.
Cornelio Fabro (1911 – 1995) è uno dei più importanti e influenti filosofi del XX secolo, per i suoi studi sulla metafisica di San Tommaso d’Aquino e per la sua vasta conoscenza della filosofia moderna.
Il fine del Progetto Culturale Cornelio Fabro è di mettere a disposizione di tutti l’intera produzione intellettuale del filosofo Cornelio Fabro sia con la stampa dell’edizione critica di tutti le sue opere, che con la divulgazione di materiale audio e video. Le Opere Complete, vengono anche tradotte in lingua inglese e spagnola, ed i principali volumi in altre lingue.
Per saperne di più visita il nostro sito su Cornelio Fabro.
https://it-it.facebook.com/CornelioFabro

Nel 2003 a Segni (RM) si è dato origine ad una nostra casa editrice, Editrice del Verbo Incarnato (EDIVI) che pubblica opere di indirizzo filosofico, teologico e storico. Grazie al lavoro svolto da questa casa editrice riusciamo a produrre materiale cattolico utile sia per lo studio, anche universitario, sia per la lettura spirituale.
EDIVI, in collaborazione con il «Progetto Culturale Cornelio Fabro» (www.corneliofabro.org), ha come lavoro prioritario il portare avanti la pubblicazione delle Opere Complete di questo insigne filosofo italiano.

Tra le opere più importanti di edizione EDIVI si trovano:

Introduzione all’ateismo moderno, di Cornelio Fabro
Nozione metafisica di partecipazione, di Cornelio Fabro
Lettere su Santa Gemma al monastero di Lucca, di Cornelio Fabro
Le verità rubate, di Miguel Fuentes
De la Cabala al Progresismo, di Julio Meinvielle

Per saperne di più visita il sito edivi.com.